martedì 9 settembre 2008

Salvatore Mancuso sarà il vicepresidente della nuova Alitalia?


La nuova stagione potrebbe essere l'anno zero per l'Alitalia e ai vertici della compagnia di bandiera potrebbe sedere il siciliano Salvatore Mancuso, già fondatore della società di investimento "Equinox". A lui, siciliano verace di Sant'Agata di Militello dovrebbe andare la vicepresidenza della nuova newco costiuita che ha preso il nome di Compagnia Aerea Italiana.

Rocco Sabelli è stato nominato amministratore unico, ma nei prossimi giorni la società sarà trasformata in spa e dotata di un consiglio di amministrazione presieduto da Roberto Colaninno.
Sono sedici i primi soci che hanno sottoscritto quote paritetiche simboliche e pari a poche migliaia di euro nella società. Si tratta di: Roberto Colaninno, attraverso Immsi, il gruppo Benetton attraverso Atlantia, il gruppo Aponte, Riva, il gruppo Fratini attraverso Fingen, i Ligresti con Fonsai, Salvatore Mancuso attraverso Equinox, Clessidra, il gruppo Toto, il gruppo Fossati attraverso Findim, Marcegaglia, Caltagirone Bellavista attraverso Acqua Marcia, il gruppo Gavio con Argo, Davide Maccagnani con Macca, Tronchetti Provera.

Il piano di salvataggio, illustrato da Rocco Sabelli, braccio destro di Passera, destinato a essere l'amministratore delegato, prevede lo scorporo di Alitalia in due società. Alla newco costituita dai dieci imprenditori andranno tutte le attività operative mentre debiti ed esuberi (dai 5 ai 7 mila) resteranno nella compagnia che sarà commissariata.

Per Alitalia sembrano così riaprirsi le trattative con Air France-Klm. Nel pomeriggio, infatti, è giunta la notizia che il gruppo francese riunirà giovedì un cda straordinario. La riunione seguirà di poche ore il vertice con gli 'ambasciatori' di Banca Intesa (l'amministratore delegato Corrado Passera e il capo della divisione Corporate Gaetano Miccichè) che illustreranno il progetto Fenice, vale a dire il piano di risanamento della compagnia di bandiera. L'ipotesi su cui si sta lavorando è quella di un "profit sharing" in base alla quale il colosso francese potrebbe partecipare agli utili senza un ingresso diretto nel capitale. Mentre a Parigi il consiglio di Air France deciderà le modalità di intervento in Alitalia, a Roma il Consiglio dei ministri metterà a punto il decreto che, di fatto, offre un'alternativa alla legge Marzano.

Per venerdì è prevista l'approvazione dei conti da parte del cda di Alitalia, la conseguente dichiarazione di insolvenza e la contestuale richiesta di accesso alla nuova procedura dal momento che le perdite al 30 giugno, stimate in 400 milioni, rendono impossibile la prosecuzione dell'attività. Sarà nominato il commissario straordinario (probabilmente l'ex ministro Augusto Fantozzi). Subito dopo la presentazione del piano della newco messa in piedi da Intesa Sanpaolo.

Nessun commento:

Via Medici - P.zza Vittorio Emanuele

Via Medici - P.zza Vittorio Emanuele

Via Medici - P.zza Vittorio Emanuele

Via Medici - P.zza Vittorio Emanuele

Il Porto

Il Porto